Il matrimonio fra Agnolo Donni e Maddalena Strozzi, facoltosa coppia di mecenati fiorentini, fu celebrato il 31 gennaio 1504. Per l’occasione gli sposi vollero commissionare al giovane Raffaello un dittico raffigurante i loro ritratti, e a Michelangelo la realizzazione di una Sacra Famiglia, tre opere destinate a diventare capolavori assoluti dell’arte di ogni tempo. source

Read more

Oggi, in occasione della #GiornatadellaMemoria, Claudio Di Benedetto e Alessia Cecconi ricordano la figura Cesare Fasola (1886-1963), per oltre vent’anni direttore della Biblioteca dell’allora Soprintendenza alle Belle Arti, ma soprattutto protettore del patrimonio storico-artistico fiorentino dello Stato e di privati ebrei, durante la seconda guerra mondiale e nello specifico durante il passaggio del fronte nel […]

Read more

⚜️The Process w/ Daniel Graves ⚜️ Available now for free on The FAA Collective Patreon (link in bio!) is a new video featuring our Founder and Director Daniel Graves delving deep into the process of creating his recent work Salomé’s Rue. . During this private studio session we learn from Daniel how the process of […]

Read more

Il Museo delle Icone Russe si trova al piano terra di Palazzo Pitti, negli ambienti adiacenti alla Cappella Palatina (INFO – uffizi.it/palazzo-pitti/museo-delle-icone-russe) source

Read more

In questo ritratto fu identificata la “figliola naturale del Duca” Cosimo, nata prima del suo matrimonio nel 1539, la piccola Bianca detta Bia. Nonostante l’abbigliamento della giovinetta, il cui colore bianco è allusivo sia alla purezza sia al nome Bianca, e l’abbondanza di gioielli che la connotano come una principessa adulta. source

Read more

La tavola è stata dipinta durante il soggiorno di Raffaello a Firenze (1504-1508), dove poté studiare i grandi maestri fiorentini e dove lavorò per alcune grandi famiglie di mercanti. In quest’immagine così moderna restano tuttavia degli elementi simbolici della tradizione devozionale, come il piccolo testo sacro che tiene in mano la Vergine, segno della sua […]

Read more

La Maestà, eseguita quando Giotto aveva già raggiunto grande notorietà ed era un pittore richiesto da committenti di tutta Italia, si distingue per il naturalismo con cui svolge questo tradizionale tema. La Vergine sorregge il bambino, che benedice con la mano destra tenendo nella sinistra una pergamena arrotolata, simbolo di sapienza. source

Read more